HAI DIMENTICATO I TUOI DATI?

E-commerce 2020: come sfruttare il commercio online

da / martedì, 08 settembre 2020 / Pubblicato inUltime News dal Mondo dell'e-commerce

Gli scenari dell’Ecommerce in Italia e nel mondo

Il 2020 sarà ricordato come l’anno che segna il punto di non ritorno su come approcciarsi al mondo digitale. Se prima si parlava di opportunità nell’essere on line ora è diventata una necessità. Cittadini, imprese e pubblica amministrazione sono stati protagonisti di una rivoluzione imposta dal Covid -19. La pandemia ha accelerato un processo ben avviato da decenni. Chi era presente su internet con una piattaforma di vendita ha dimostrato che il commercio fisico può essere supportato dal digitale anche in tempo di crisi e chiusure.
Da una ricerca effettuata dalla Casaleggio Associati emergono dei dati che fotografano un mercato in evoluzione. Le persone chiuse in casa hanno generato un +60% di traffico web a marzo, +250% traffico siti di grande distribuzione. Le richieste degli utenti sono da moltiplicare x20, e la capacità di evasione dei player x5.

Essere presenti su internet non significa guadagnare e aumentare il volume di affari a priori. Le persone e il loro bisogno momentaneo indicano il trend delle vendite. Durante il lockdown si è registrato un calo di fatturato (-54%) per eventi, turismo, moda e lusso. Il segmento di alimentari, assicurazioni ed intrattenimento ha segnato un aumento del 21%. Netflix ha registrato, nel primo quarto dell’anno, un aumento di sette milioni di clienti.
Nel mondo come in Italia le aziende si sono riadattate in funzione della pandemia, convertendo le proprie linee produttive a supporto del personale medico e paramedico. La produzione di mascherine, camici, visiere e l’invio delle merci è stato protagonista per mesi. E’ cambiato anche il modo della consegna.

In Italia, una nota marca di latte ha predisposto un servizio di consegna in prossimità delle industrie produttive. Amazon nel mondo ha ampliato i suoi lavoratori assumendo nuovo personale. Le vendite on line sono aumentate ma il processo di digitalizzazione non è stato ancora ben compreso da tutti.
Essere presenti on line non significa saper vendere, il negozio on line è diverso da quello fisico e la struttura deve essere impeccabile dall’acquisto all’eventuale reso ed è fondamentale sapere quali strategie mettere in campo per farsi trovare dal cliente.

Il mercato digitale durante il coronavirus

Durante la pandemia il mercato digitale ha cambiato definitivamente il modo di acquistare su internet. La spesa che prima veniva effettuata in store dopo veniva consegnata a casa. Una nota catena di supermercati ha comunicato che le consegne a domicilio sono aumentate del 600% rispetto allo stesso periodo dell’anno. Inoltre, sempre nel campo del food delivery sono aumentate le altre catene di supermercato. In calo le spese per i viaggi, hotel, noleggio auto, eventi.
Il lockdown ha segnato un nuovo record anche nell’utilizzo della banda e i vari mezzi di intrattenimento come il cinema veniva sostituito con servizi presenti su internet come Netflix o YouTube. Per la scuola si è usato Google e ambienti digitali creati ad hoc e per lo shopping è stato preso d’assalto sia il negozio sotto casa con consegna a domicilio che le grandi catene. L’utente cerca il bene su internet e poi acquista attraverso un proprio e-commerce o su un marketplace.

E-commerce: come vendere on line

Essere presenti on line, come abbiamo visto prima, non è sinonimo di vendita sicura. Ci sono molti aspetti che influenzano l’utente prima dell’acquisto. L’Azienda e l’imprenditore devono essere pronti a intercettare il bisogno del cliente e convincerlo che il proprio prodotto sia quello che sta cercando. Il prezzo più basso aiuta a vendere ma non è un fattore primario. Oggi l’utente che acquista on line vuole il prodotto consegnato nel più breve tempo possibile. Gestire un ecommerce non significa avere il sito on line con i prodotti disponibili. Un ecommerce è un negozio vero e proprio, dove la gestione degli ordini deve avvenire in fretta ma ordinata. Il supporto al cliente è fondamentale e le azioni in pubblicità sono a supporto dell’Azienda. Il punto cardine che ogni negozio on line deve seguire è la reputazione on line. Se il cliente è contento del servizio e le recensioni sono positive, il mercato cresce influenzando altri utenti, se invece è negativo allontana i possibili clienti. Infine, ogni proprietario di e-commerce deve rifarsi a norme e leggi a livello europeo e/o nazionale che tutelano il cliente.

Vuoi creare la tua piattaforma digitale per vendere on line?

Non lasciarti sfuggire l’opportunità di vendere on line: lascia i tuoi dati, raccontaci il tuo settore e noi costruiremo il tuo negozio digitale per vendere i tuoi prodotti e/o servizi. Inoltre ti seguiremo con i nostri esperti per promuovere la tua attività su internet attraverso il web marketing e social media.

Richiedi un preventivo

Lascia un Commento

Devi avereffettuato l'accesso per invaire un tuo commento.

TOP