HAI DIMENTICATO I TUOI DATI?

Come aprire un negozio online (guadagnando)

da / giovedì, 21 agosto 2014 / Pubblicato inLe Guide di IdeaCommerce

Adempimenti burocratici e consigli pratici per avviare un sito di ecommerce

Innanzitutto, conviene aprire un negozio online?

Si. Senza fare troppi giri di parole, diciamo subito che conviene. Solo nell’ultimo triennio, il volume d’affari del commercio elettronico ha mostrato tassi di crescita a due cifre, a fronte di una contrazione generale dei consumi nei canali tradizionali. Senza considerare che oltre il 56% dei navigatori utilizza internet per informarsi prima di un acquisto.

Inoltre i costi di avvio di un ecommerce rispetto ad un negozio tradizionale sono molto differenti: autorizzazioni, licenze, costi dei locali, affitti, vetrine, banconi, espositori, arredo e bollette rappresentano costi neanche lontanamente paragonabili alle spese di avvio e di gestione di un ecommerce.

Quindi, riassumendo, i costi sono più contenuti, ci sono più potenziali clienti e il settore è in rapida crescita.

Perché la gente dovrebbe acquistare sul tuo ecommerce?

Se hai una risposta chiara (e seria) a questa domanda, il successo del tuo negozio onlne è assicurato.

La parola chiave è: Differenziazione. In cosa il tuo negozio sarà migliore dei concorrenti? Per rispondere a questa domanda dovrai individuare i principali concorrenti, capire i loro punti di forza e di debolezza e, quindi, capire cosa potrai offrire più di loro ai tuoi clienti.

Determina ciò che puoi offrire più della concorrenza (che spesso e volentieri saranno ecommerce già avviati e conosciuti) e rimarca questo valore aggiunto, facendolo diventare la bandiera del tuo negozio online. In gergo tecnico, questa procedura è chiamata definizione della USP (Unique Selling Proposition).

Cosa serve, a livello burocratico, per avviare un negozio online?

A livello di adempimenti burocratici, per vendere online è necessario avere una Partita IVA attiva ed è necessario fare una comunicazione al proprio comune: la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.).

Grazie al decreto per la semplificazione, la segnalazione certificata può e deve essere fatta telematicamente, attraverso il portale http://www.impresainungiorno.gov.it/. Sul portale è possibile trovare tutte le informazioni circa le procedure e la modulistica da inviare al proprio comune. Basta essere forniti di un indirizzo di posta certificata. Se non si è in possesso di un indirizzo di posta certificata, si può utilizzare quello di un conoscente, dopo aver compilato un’opportuna delega da allegare via mail.

CONSIGLIO: indipendentemente dalle informazioni presenti online, consigliamo vivamente a tutti di rivolgersi ad un commercialista per l’apertura della posizione iva, per il disbrigo delle pratiche burocratiche e per la gestione della contabilità (un bravo commercialista è in grado anche di consigliare sulla presenza di agevolazioni fiscali e sugli accorgimenti da tenere per pagare meno tasse)

Quanto è importante la scelta della piattaforma ecommerce?

A questo punto solitamente si scatena una guerra tra fazioni, in cui ognuno  fa elenchi chilometrici di motivi per cui preferire un CMS piuttosto che un altro: Magento, Prestashop, ZenCart, WordPress con Woocommerce, Joomla con Virtuemart e chi più ne ha più ne metta. Ci sono poi le soluzioni proprietarie che sembra facciano miracoli.

In linea generale, le piattaforme sono molto simili tra loro e permettono tutte di vendere online. Per il cliente finale cambierà poco e nulla, per cui l’importante è scegliere una soluzione professionale che migliori la gestione.

E’ quindi importante valutare:

  • integrazioni con gestionali esistenti in azienda
  • integrazioni con i software in uso dai corrieri
  • integrazioni con metodi di pagamento facili e diffusi

Una piattaforma troppo complessa può richiedere formazione inutile e procedure troppo lente e macchinose; al contrario, una piattaforma troppo semplice può impedire di compiere alcune operazioni importanti.

Non esiste quindi una piattaforma perfetta, ma ogni scelta va fatta sulla base delle reali esigenze aziendali.

Come posso trovare clienti su internet?

Più facile a dirsi che a farsi. Portare visitatori qualificati e interessati all’acquisto è la vera sfida nella creazione di un ecommerce. Per quanto sia bella e performante la piattaforma ecommerce e la grafica del sito, se non ci sono visitatori interessati il fallimento è garantito.

I canali per portare traffico qualificato sono essenzialmente 5:

  • motori di ricerca, tramite la SEO (Search Engine Optimization) e il posizionamento
  • pubblicità online, tramite PPC (AdWords, Facebook), comparatori di prezzi (TrovaPrezzi, Kelkoo) o tramite acquisto di banner pubblicitari su portali selezionati
  • passaparola e social media marketing, sfruttando tecniche virali per favorire la diffusione del brand
  • direct email marketing, ovvero tramite l’invio di offerte promozionali via email ad utenti possibilmente ben profilati
  • promozione offline, sfruttando eventi, manifestazioni di settore, stampa, annunci televisivi, cartellonistica e brochure per far conoscere il proprio sito ecommerce ai potenziali clienti

 

Dropshipping: come vendere senza magazzino e senza rischi

E’ davvero possibile vendere senza avere un magazzino, senza anticipare capitali e senza avere rischi? Si.

La soluzione ideale per contenere i costi e ridurre i rischi d’impresa si chiama Dropshipping.

Come funziona? Semplicemente tu dovrai occuparti solo di trovare il cliente e concludere la vendita. Una volta ricevuto il pagamento ordinerai il prodotto al tuo fornitore che lo spedirà direttamente al cliente finale per tuo conto. Non dovrai preoccuparti di ritirare merce, imballare prodotti, dialogare con i corrieri per le spedizioni. Dovrai solo trovare il miglior fornitore che ti garantisca un buon margine di guadagno e delle certezze sull’affidabilità del servizio.

Questa tipologia di vendita è molto diffusa nel settore dei prodotti informatici e per li elettrodomestici. Sono molti infatti i rossisti in Italia che offrono questa possibilità, come ad esempio Esprinet, per cui è disponibile una comoda integrazione con le nostre piattaforme ecommerce.

Quanto vale il futuro della tua attività?

Un vecchio proverbio recita che “Chi più spende meno spende”. Di certo, un investimento adeguato permette di ottenere risultati visibili e duraturi nel tempo.

Richiedi subito un preventivo e una consulenza gratuita per avviare il tuo nuovo ecommerce.

 

Contattaci Subito

Laureato in Ingegneria Informatica, nutre una grande passione per il Marketing e l'imprenditoria. Queste passioni lo hanno portato, da qualche anno a questa parte, ad impegnarsi nella realizzazione di siti ecommerce moderni, funzionali e professionali. Il suo obiettivo è aiutare le aziende a vendere online.

TOP